E’ più importante raddrizzare i denti o la postura in giovane età?

La parola “ortodonzia “ è ormai entrata nel nostro quotidiano e soprattutto i genitori di piccoli pazienti o di adolescenti ne conoscono il significato di “raddrizzare i denti”.
Siamo sicuri che questo significato sia sufficiente per comprendere il beneficio che possiamo ottenere attraverso la riorganizzazione della dentatura?
La domanda che possiamo farci è :
E’ corretto riallineare i denti se il resto del corpo presenta un disallineamento che si esprime con:

  • una postura scorretta?
  • con un modo di camminare impacciato?
  • con segni di particolare disattenzione scolastica?
  • con comparsa anche precoce di mal di testa o dolori alle ginocchia?
  • alla schiena?

La cattiva posizione dei denti può essere la CAUSA o l’EFFETTO di questo disallineamento posturale e per questo è necessario fare una contestuale valutazione anche dell’assetto posturale del bambino e dell’adolescente.
vari casi di situazioni posturali nei bambini

Nella mia valutazione ortodontica considero fondamentale anche l’esame posturale con dispositivi tecnologicamente avanzati come il podoscopio-laser, la pedana stabilo-metrica e l’esame fotometrico in modo da seguire il percorso di guarigione anche attraverso l’assetto del corpo.

Lo smartphone può creare problemi alla postura soprattutto in giovane età

L’analisi posturale è compresa nel costo della terapia e garantisce ai genitori la sicurezza di una presa in esame del piccolo paziente in tutte le sue caratteristiche fisiche sia dentali che corporee, soprattutto in questo periodo storico in cui i comportamenti abituali allo smartphone o ai giochi virtuali al computer tengono i ragazzi in posizioni anomale e predisponenti a patologie della colonna vertebrale e degli occhi.

La normalizzazione della posizione dei denti migliora e controlla la posizione della testa, del collo e quindi di tutto l’allineamento del corpo.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo per il tuo bambino, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso: 

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila il form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Se questi consigli ti sono sembrati interessanti condividili con i tuoi amici e famigliari sui social cliccando i pulsanti più in basso.

I pazienti dello studio Azzini di Trento dicono di essere molto soddisfatti del loro dentista

Pagare il dentista a rate non è mai stato così semplice

Da oggi presso lo Studio dentistico Azzini di Trento è possibile dilazionare il pagamento delle proprie cure con rate mensili senza finanziamento, interessi e costi aggiuntivi. Come? Col sistema PagoDil l’importo viene suddiviso in piccole quote addebitate ogni mese sul tuo conto corrente.

Non hai bisogno di mostrare la busta paga. Facile da attivare: ti servirà solo presentare il tuo bancomat, un tuo documento e fornire i tuoi recapiti.

TUTTO QUI!

In meno di tre minuti, saprai l’esito della tua transazione. Semplice e rapidissimo! Paghi poco al mese e non ci pensi più.

Guarda il video qui sotto per scoprire di più:

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso:

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila in form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Malocclusione e dolore a collo, schiena e spalle

Male al collo, spalle o schiena? Il Molaggio funzionale potrebbe risolverli

Molto spesso abbiamo un dolore ai muscoli del collo o delle spalle o della schiena, ma non riusciamo a capire da dove derivi. Ma partiamo da cosa potrebbe essere.

Quando i denti si incontrano nella masticazione i contatti devono essere ben precisi, definiti in precisi punti e devono sostenere le funzioni del movimento della mandibola, in modo che i muscoli masticatori funzionino al meglio.
I denti sono i BINARI dove il movimento viene guidato dai muscoli masticatori, ma se sui binari troviamo delle interferenze, degli ostacoli o delle asperità o delle mancanze di guida il nostro movimento avrà un DERAGLIAMENTO.
Se il movimento deraglia non solo i muscoli masticatori andranno in sofferenza ma anche i muscoli del collo, delle spalle e della schiena.
Il MOLAGGIO FUNZIONALE è proprio la eliminazione di questi contatti sbagliati dei denti, che avviene con l’uso di frese adatte che non implicano nessuna lesione del dente e nessun dolore ma favoriscono la riequilibratura del contatto fra le arcate.


Masticazione laterale

Sembra un intervento banale, perché richiede poco tempo, ma è sostenuto da una raffinatissima esperienza del dentista che riesce a riconoscere e ad eliminare solo i punti del disturbo, riportando l’equilibrio dei muscoli della masticazione e del collo, migliorando la mobilità della cervicale e della testa.

I movimenti del collo e della testa vengono testati prima e dopo il molaggio, riconoscendo un forte miglioramento nella rotazione del capo dovuto al rilassamento della muscolatura cervicale.

Un piccolo gesto di ENORME valore che può essere praticato solo da chi sa riconoscere gli errori della masticazione, che producono le contrazioni muscolari a loro volta causa di mal di testa, mal di collo, mal di schiena spesso recidivanti nonostante qualsiasi cura fisioterapica.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso:

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila il form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Il bite dentale

Cos’è il bite?

Il bite (a volte erroneamente scritto byte) è una placca occlusale a forma di mascherina in resina acrilica trasparente e che va a posizionarsi tra le due arcate dentali. Le sue funzioni principali sono quelle di risolvere i problemi di digrignamento dei denti o all’apparato masticatorio, alla dislocazione mandibolare o alla malocclusione dentale.

Numerosissime volte capita che un paziente che si rivolge a me per dolori o tensioni al distretto masticatorio, cervicale o vertebrale, alla mia proposta di utilizzare per la terapia un bite, mi risponda sconsolato:

“ …..Ma dottoressa è già il terzo bite che faccio , ma oltre a

spendere cifre notevoli, non ho mai trovato alcun beneficio!”


Capita spessissimo che gli stessi pazienti arrivino al consulto con tre scatolette di bite, che mettono indistintamente nel cassetto o ancor peggio, usano indistintamente i diversi bite in relazione ai diversi giorni della settimana…

Che funzione ha il bite?

  • non far chiudere i denti
  • creare armonia fra i punti di contatto dei denti
  • aumentare la dimensione verticale
  • per generare un effetto placebo

nella realtà il byte cambia la posizione della mandibola

Perché un bite funziona e un altro no?

Ci sono bite morbidi o rigidi, superiori o inferiori , piatti o con guide mentre gli effetti terapeutici che si possono ottenere sono:

  • Verticalizzazione
  • Decontrazione
  • Stabilizzazione
  • Decompressione
  • Distrazione
  • Protezione notturna
  • Deprogrammazione
  • Riposizionamento

ma vediamo di uscire da questo labirinto dei concetti.

Perché un bite funzioni deve rispondere a 3 prerogative fondamentali :
1) è necessario fare la diagnosi del problema dell’articolazione temporo mandibolare
2) è necessario fare un corretta valutazione dei dati della relazione dei denti mediante l’utilizzo di strumenti come l’arco facciale e la cera di regolazione propriocettiva (non può bastare la semplice presa delle impronte!).
3) è necessario fare un analisi posturale per valutare lo stato del disordine della postura e del danno recettoriale sia degli occhi che dei piedi.

Se una di queste variabili non viene considerata l’ottimizzazione dell’azione terapeutica del bite non può avvenire.


Ci sono quindi tanti tipi di bite a seconda del problema che incontriamo e che molto spesso si unisce anche ad un disturbo della postura che deve essere riconosciuto e trattato.
In generale è più utile metterli nell’arcata inferiore perché consentono maggiore libertà alla mandibola e possono essere indossati tutto il giorno ad eccezione dei pasti.

Quindi cosa significa costruire un bite?

Significa fare una diagnosi della situazione in cui si trova l’articolazione e valutare se la posizione terapeutica che devo utilizzare per il riposizionamento della articolazione è consentita dalla muscolatura cervicale!

Ebbene sì!!!

Il riposizionamento mandibolare è facilitato se il collo presenta mobilità e flessibilità della muscolatura in modo che la nuova posizione non trovi né ostacoli né resistenze.

Analisi della situazione posturale

La mandibola si può muovere liberamente se la muscolatura del collo e della testa, consentono un buon controllo della sua mobilità.
Esiste infatti una muscolatura autonoma posturale della mandibola che dipende dalla muscolatura masticatoria e che mantiene la buona posizione dell’articolazione.

Dopo aver corretto il sistema posturale, che conserva la memoria dell’errore degli occhi e dei movimenti, potremo più facilmente inserire il nostro bite in bocca.

Il concetto da mantenere chiaro per valutare l’uso del bite

La testa poggia sulla cervicale e si articola con  la mandibola che si muove sui binari dei denti.

Per creare armonizzazione dobbiamo quindi considerare che la valutazione del nostro esame deve includere:

  1. la valutazione della posizione della testa
  2. la valutazione della posizione del collo
  3. la valutazione della posizione dell articolazione temporo-mandibolare
  4.  la valutazione della posizione dei denti

Tutti questi sono i motivi  per cui  non tutti i bite sono uguali e alcuni funzionano e altri meno.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso:

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila il form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Igiene orale dei denti

Perché è importante l’igiene orale periodica?

Molti si chiedono perché ogni 6 mesi è necessario fare l’igiene orale ?


La risposta è semplice : per mantenere l’efficienza del sistema masticatorio.


Esiste qualsiasi strumento complesso, raffinato , efficiente e prezioso che non debba fare una manutenzione e un accurato controllo periodico per garantirne l’efficienza?

Vediamo perché i nostri denti sono per noi uno strumento prezioso per garantirci benessere e per tale motivo devono essere conservati con attenzione assoluta:

  1. con i denti svolgiamo una funzione fondamentale consueta come la MASTICAZIONE del cibo.
    I molari servono per triturare il cibo e gli incisivi per incidere. Se vengono a mancare la nostra masticazione e la nostra digestione diventano inefficaci e causano patologie anche a carico dello stomaco e dell’intestino
  2. mediante il corretto combaciamento dei denti e la corretta posizione della lingua possiamo svolgere tre importanti funzioni : la DEGLUTIZIONE della saliva e del cibo , la RESPIRAZIONE e un corretto LINGUAGGIO.
    Se i denti sono storti o non combaciano bene o addirittura mancano, queste funzioni non si svolgono correttamente.
  3. attraverso un bel sorriso noi ci presentiamo nel nostro ambiente e possiamo esprimere la migliore immagine ESTETICA di noi stessi così importante nel nostro quotidiano contesto sociale e lavorativo
  4. con un corretto combaciamento delle arcate dentali possiamo stabilizzare la POSTURA della testa sul collo ed evitare efficacemente tutte le tensioni muscolari che ci portano spesso a sperimentare le famose cervicalgie che sono così frequenti da essere riconosciuti come “la cervicale”

Il mal posizionamento del collo soprattutto con le odierne posizioni da smartphone è alla base di moltissimi mal di testa e vertigini che non sono di pertinenza dell’otorino ma del dentista.

Dopo questa chiacchierata abbiamo compreso quanto prezioso sia questo organo dei denti e quindi quanto sia importante mantenere la salute dei denti attraverso un semplice controllo che l’igenista effettua con accuratezza ogni 6 mesi.

Tale controllo ci consente di intervenire nei primi momenti del problema evitandoci interventi futuri troppo costosi e invalidanti.

L’igiene è un piccolo intervento per la conservazione di un grande patrimonio di salute.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso:

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila in form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Masticazione laterale

La Masticazione Monolaterale

Può capitare che ci faccia male un dente, ma per qualche problema non siamo in grado di poterlo curare .

Cosa può succedere alla nostra masticazione?

Il sistema masticatorio cerca di evitare la situazione dolorosa e si mette a masticare  dall’altra parte della bocca.

Se poi la cura non viene eseguita è probabile che il dente venga estratto e di conseguenza quella parte dell’arcata dentaria diventi meno utilizzata nella masticazione e alla fine si viene a creare la masticazione monolaterale nella parte sana.

Si tratta di una situazione abbastanza frequente soprattutto nei denti molari che non si vedono .

Ma cosa significa masticare solo da una parte?

Se pensiamo ad un’altra funzione bilaterale e alternata come il cammino, possiamo immaginare come possa essere possibile camminare con una sola gamba?!

È possibile se abbiamo delle stampelle, ma senz’altro ci creerà un forte disagio della gamba portante, del bacino, della colonna vertebrale fino alla cervicale e alla testa .

Lo stesso avviene per i denti!

Masticare solo da una parte produce un grave problema per la asimmetria delle forze masticatorie che concorrono a determinare la buona posizione della testa, della cervicale, della schiena.

I denti devono masticare da entrambi i lati, in modo alternato e con le stesse forze masticatorie.

Se i denti si perdono, devono essere rimpiazzati dalla protesi, che potrà essere fissa, mobile con impianti o con le nuove tecniche di protesi adesiva.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso:

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila in form indicando qual è il tuo problema qui in basso:

Diagnosi delle carie non dolorosa

[NOVITA’] Diagnostica indolore delle carie con laser

Da oggi presso lo Studio Odontoiatrico della dott.ssa Azzini di Trento è possibile l’individuazione preventiva delle carie mediante un nuovo strumento laser a diodo totalmente indolore e non invasivo che permette di visualizzare le carie dei denti dei pazienti ancora a stadi precoci, in modo da favorire una corretta prevenzione della carie e l’intervento tempestivo se in fase iniziale.

Vantaggi:

  • Totalmente privo di radiazioni
  • Totalmente indolore e non invasivo (ideale anche per bambini)
  • Strumento preventivo che permette l’individuazione tempestiva delle carie

Il dispositivo utilizza la tecnologia di transilluminazione a fibraottica che realizza immagini che ricordano le radiografie, tuttavia, totalmente privo di radiazioni.

Il passaggio della luce attraverso i denti permette l’individuazione di aree scure dove si trova la carie.

La fotocamera digitale rende visibile le immagini dei denti in tempo reale sullo schermo del PC del dentista.

Se pensi di avere la necessità di una visita di controllo, puoi fissare un appuntamento presso il mio studio cliccando il pulsante qui in basso: 

Lina Azzini - MioDottore.it

oppure compila il form indicando qual è il tuo problema qui in basso: